mercoledì 12 dicembre 2012 | By: Bianca Rita Cataldi

Piacere Malizioso & 50 sfumature di estasi - Recensione doppia.

Photobucket


Jaci e Cam si conoscono da quando erano poco più che ragazzini e vivevano in un piccolo paese dell'Oklahoma. All'epoca, il padre di lei le aveva intimato di tenersi alla larga dai gemelli Falladay, Cam e Chase, per via della pessima reputazione di seduttori che aleggiava intorno a loro. E "tenersi alla larga" è proprio ciò che Jaci tenta di fare, benché in realtà si senta fortemente attratta da Cam. Il destino separa le vite dei tre ragazzi: Chase e Cameron si arruolano nell'esercito e Jaci, divenuta ormai un'arredatrice, è costretta a fare i conti con un tentativo di violenza sessuale da parte dei suoi datori di lavoro. Quando, sette anni dopo, i tre si incontreranno nuovamente, nulla sarà più come prima: Jaci dovrà affrontare Richard e Annalee Roberts che da cinque anni tentano di farle del male, e Cam, più di ogni altro, sarà costretto a far violenza su se stesso pur di non confidare a suo fratello e alla donna di cui è innamorato il doloroso segreto che ha segnato tutta la sua vita.

Piacevole, questo romanzo di Lora Leigh. Certo, forse è eccessivamente lungo, ma c'è una buona caratterizzazione dei personaggi: Cam, lacerato da paure e tormenti interiori che riemergono dal suo passato per distruggergli il presente, è forse il personaggio più azzeccato e meglio descritto. Poi c'è Jaci, con la solitudine alla quale per sette anni si è costretta pur di aspettare Cameron. Infine Chase che, a mio parere, è stato un po' "ignorato" dall'autrice: la questione di Chase e Moriah, infatti, spunta come un fungo nel finale e il lettore si chiede "ma perché? come siamo arrivati a questo punto?". ecco, forse il romanzo è troppo Jaci-centrico, ma è comunque un buon libro, sensuale e ben scritto, che mette in luce l'importanza dell'amore, dell'amicizia e, soprattutto, dell'onore.

Photobucket

 Che fosse un libro accattivante e sensuale me l'aspettavo: d'altra parte, il titolo e la quarta di copertina dicono tutto. tuttavia, non pensavo fosse così divertente: Marisa Bennett è simpaticissima ed esplora ogni aspetto della vita sessuale di coppia con abilità e un pizzico d'ironia, che non guasta mai. Che poi, voi la conoscevate la posizione a "piatto del giradischi"? e quella del "muro selvaggio"? Insomma, i titoli sono gli elementi più curiosi del libro, senza dubbio. Un consiglio: leggetelo con le amiche. Al fidanzato è meglio non confessarne neppure l'esistenza ;)

0 commenti:

Posta un commento