domenica 18 ottobre 2015 | By: Bianca Rita Cataldi

Vote for Il fiume scorre in te



Cari voi tutti, sono distrutta. Il sabato è sempre una giornata massacrante, benché piena di soddisfazioni. Al mattino tengo i corsi di correzione e di editing e al pomeriggio do ripetizioni di latino e a fine giornata il mio cervello è un colabrodo e la mia voce è andata a farsi benedire. Detto questo, è l'una di notte e sto dormendo in piedi ma passo di qui perché, udite udite, questa volta ho bisogno del vostro aiuto. Oh voi che mi avete sopportata per tutti questi anni, commentando qui e lì e piazzando quelle mille visite al mese che sono sempre un'enorme gioia... oh voi che viaggiate con me e con i miei diari fotografici di bordo... ve la comprereste una batteria di pentole in acciaio inox? Naaa, sto scherzando. Non devo vendervi niente, neanche una calamita a un euro rubata alle bancarelle della stazione Termini. Vi chiedo soltanto, se ne avete voglia, di usare un minutino del vostro tempo per votare il mio romanzo d'esordio, Il fiume scorre in te, attualmente in finale al concorso Casa Sanremo Writers.

Come si vota?

Aprite questo link. Vi troverete di fronte a questa schermata.


Cliccate su "Vota questo libro" e inserite il vostro indirizzo email. Immediatamente vi verrà inviato un link di conferma alla vostra casella di posta (controllate anche la cartella spam) e vi sarà richiesto il vostro numero di cellulare per confermare per l'ennesima volta che voi siete voi e non siete tante Bianche Cataldi che si stanno votando da sole. Vi posso garantire che nessun vostro dato personale sarà utilizzato in futuro per fini commerciali ecc. Nemmeno per vendervi le pentole di cui sopra.

Insomma, roba di due minuti sul serio. Non sono molti e un voto non costa nulla, ma il vostro gesto potrebbe davvero cambiare il futuro di questo libro. L'ho scritto a diciassette anni e pubblicato a diciotto ed è il mio libro del cuore, il mio number one, il mio cocco di mamma. Vogliategli bene. Chi vota potrà contattarmi per avere un maxi spoiler su questo romanzo, del tipo "Chi muore alla fine?". Perché sì, muore qualcuno. Chi è? Eh eh eh!

E soprattutto, come diceva Totò...


1 commenti:

Posta un commento