mercoledì 14 marzo 2012 | By: Bianca Rita Cataldi

Un amore per sempre - Recensione.

Photobucket

"Il passato è ciò che ci ha reso quello che siamo,
o quello che abbiamo cercato di non essere."


Siamo al quarto (e conclusivo) libro del "Quartetto delle spose", una serie che ha fatto parlare di sé e che si è imposta nel panorama internazionale della letteratura romantica. Confesso: non ho letto i primi tre libri del Quartetto, me rea, ma chiedo una riduzione della pena in virtù del fatto che i tre romanzi sono già nella mia libreria e attendono solo di essere letti. E li leggerò, questo è poco ma sicuro, e sapete perché? perché "Un amore per sempre" è stato il mio primo incontro con Nora Roberts, ma sono già innamorata di lei e non ho nessuna intenzione di perderla di vista. Veniamo a questo quarto libro, adesso...

...al centro della vicenda vi è un'agenzia di Wedding Planning, un luogo sociologicamente interessante nel quale le storie dei protagonisti s'intrecciano dando vita ad un caleidoscopio di volti, parole, pensieri, abitudini e...amore, naturalmente. ed è proprio qui che emerge tutto il talento della Roberts, perché la nostra autrice non si limita a raccontare l'amore - quello banale che potremmo trovare in qualche vecchio romanzo rosa da edicola - ma dà vita ad ogni singola sfaccettatura di questo incredibile sentimento che da sempre anima le migliori pagine della letteratura mondiale. Nora Roberts fa tutto questo attraverso un buon numero di personaggi a mio parere davvero credibili e ben delineati. I miei preferiti? Laurell, innanzitutto, e per tanti motivi: perché è una cuoca (cosa che io cerco invano di diventare da anni senza essere ancora riuscita ad ottenere una ciambella completamente lievitata) e perché il sentimento che prova nei confronti del fratello di Parker la rende incredibilmente dolce e fragile e ti fa venir voglia di entrare nella storia per aiutarla. E poi c'è Mac, che ama la fotografia quanto e più di me: è lei il personaggio nel quale mi riconosco maggiormente, ed è per questo che ho seguito con particolare interesse le vicende legate alla sua vita artistica/sentimentale. Le storie di Laurell e Mac, unite a quella di Emma e di Parker, creano un intreccio dolce, divertente e appassionante che merita davvero di essere scoperto fino in fondo. Insomma, una splendida sorpresa, questo quarto libro del Bride Quartet! Adesso non mi resta che leggere i precedenti libri della serie, e tenervi aggiornati!


0 commenti:

Posta un commento