lunedì 10 febbraio 2014 | By: Bianca Rita Cataldi

Recensione di Rya - La figlia di Temarin di Barbara Bolzan


in uscita per Butterfly Edizioni


Foresta di Mejixana. Una ragazza ferita e sporca di sangue giace, abbandonata a se stessa, sull'argine del fiume. Ha appena subito un attacco ed ha assistito ad un omicidio. Quando Nemi, il capo dei ribelli di Mejixana, la scorge e la prende tra le braccia, lei non oppone resistenza e si lascia portare al villaggio. Vestita con abiti sporchi e di poco conto, viene subito scambiata per una serva. La ragazza, in realtà, altri non è se non Rya, sorella della regina di Temarin e moglie del re di Idrethia. Sarà lei per prima a svelare la sua identità a Nemi: a conferma delle sue parole, il particolarissimo medaglione che le è stato trovato al collo dopo il salvataggio. I due stringono un accordo che permetterà a Rya di giungere nel regno di Idrethia dove, lei spera, suo marito sarà pronto ad accoglierla. La ragazza e il capo dei ribelli si mettono in viaggio insieme, eppure nessuno dei due ha raccontato tutta la verità all'altro. Nemi, in particolar modo, continua a fingere che tutto vada bene, eppure sa perfettamente di essere in pericolo e che anche il suo villaggio è nelle stesse condizioni. La causa del pericolo è un uomo il cui nome circola di bocca in bocca, rimbalzando da un regno all'altro: Niken. L'uomo ucciso accanto al fiume, nella foresta di Mejixana, era stato eliminato proprio perché confuso con Niken, il fuggiasco che si era fermato per poco tempo nel piccolo villaggio di Nemi. Chi è davvero Niken? Perché il suo destino continua ad intrecciarsi con quello del capo dei ribelli e della principessa Rya?

Il più grande pregio di questo romanzo è quello di tenere il lettore incollato alle pagine: è davvero difficile staccarsene prima della parola Fine. La storia di questo primo volume inaugura una serie fantasy di altissimo livello, originale nell'intreccio e squisitamente tradizionale nel genere. Si tratta di un fantasy puro, pulito, elegante, privo di americanate commerciali. Persino l'amore, tema imprescindibile, è qui quasi sottinteso: s'insinua tra le righe senza disturbare, senza stravolgere la trama e le vite dei personaggi. 
Proprio i personaggi sono l'aspetto più curato e intelligente del romanzo, a partire dai protagonisti per arrivare ai secondari. Rya, in realtà, cambia radicalmente nel corso della storia: da essere una principessina viziata si trasforma in una donna forte, sicura di sé, pronta a tirar fuori un pugnale dalle gonne per difendersi. Anche Nemi, inizialmente scontroso e fondamentalmente antipatico, svela, pagina dopo pagina, una sensibilità che proprio non ci si aspettava. I personaggi sono inseriti in una sorta di percorso di formazione che li porta a cambiare e a crescere, modellandosi sul susseguirsi degli eventi. L'introspezione psicologica è dunque riuscita ed ogni elemento della storia risulta tridimensionale, accurato, studiato.
Altro aspetto degno di nota è l'ambientazione, esaltata da una magistrale capacità descrittiva che permette al lettore di percepire sulla propria pelle la bellezza o, al contrario, l'asperità dei luoghi. Boschi, fiumi, zone selvagge si susseguono come scene di un film e del film hanno la vividezza, la precisione fin nel dettaglio.
La scrittura di Barbara Bolzan non annoia mai: è un fiume che s'ingrossa sempre più divorando pagine e pagine sino ad arrivare al finale, il quale - neanche a dirlo - apre le porte a un seguito che già non vedo l'ora di leggere. Faccio i miei complimenti a quest'autrice che ho avuto il piacere di conoscere grazie a questo libro e invito i miei lettori ad immergersi nelle avventure di Rya e del suo mondo: ne vale certamente la pena.


3 commenti:

Chiamaka Abasilim ha detto...

wow, I want to read it. You might call me a romantic but from your review am hoping Rya and Nemi end up together whilst fight for their kingdom. Hope to see the book in English.

http://thinkworkandgo.blogspot.com/

pao ha detto...

Barbara Bolzan è eccezionale!!! scrive magnificamente e ti rapisce, ti porta all'interno di ciò che scrive e ti sembra di diventare un personaggio che affianca gli altri senza perdersi un dettaglio!!!
pieno di colpi di scena che sorprendono, questo libro ti porta a conoscere passo passo tutti i personaggi senza trascurare i risvolti più oscuri della loro personalità: non puoi che amarli e odiarli a seconda delle loro scelte e azioni... come a dire che tutti abbiamo un dr jeckill e un mr hide nascosto da qualche parte... in Rya- la figlia di Temarin nulla è mai come sembra!
assolutamente da leggere!!

Debora De Lorenzi ha detto...

Letto, moolto bello. Del resto il nome Barbara Bolzan è di per sé una garanzia. Ottima autrice oltreché splendida persona... Consiglio anche gli altri suoi romanzi, non ne resterete delusi, ve lo assicuro!

Posta un commento