venerdì 5 settembre 2014 | By: Bianca Rita Cataldi

No one's ever gonna love you more than I do




Buongiorno. Parto subito con un video (vecchiotto) pubblicato su Rookie e da me prontamente rubato. Credo sia la più bella versione in circolazione nonché una delle migliori canzoni dei Band of Horses. No one's ever gonna love you more than I do, no one...




E intanto è ufficiosamente arrivato l'autunno. Oggi pioveva sui tavolini del mio bar preferito ma ho chiesto a Pino di trovarmi un posto all'asciutto e così è stato. Io e D'Annunzio seduti in un angolo a parlare di Massimilla, Violante e Anatolia, ma la mia preferita resta sempre e comunque Violante. Lei è l'unica delle tre vergini delle rocce ad avere una vera e propria carica erotica, con quei capelli che le premono sul capo come una corona e le viole appena raccolte che le circondano i fianchi. 

Tutto in lei esprime, tutto in lei è segno. Le sue linee parlano un linguaggio che renderebbe simile a un dio colui che ne comprendesse la verità eterna; e i suoi minimi moti producono nei confini del suo corpo una musica infinita come quella dei cieli notturni.
                 (p. 10)

Ed ecco un altro pezzo per tenervi compagnia in questa giornata di settembre che ancora non ho capito se sia fresca o meno: non faccio altro che mettere il cardigan, togliere il cardigan, rimettere il cardigan...

Ten silver saxes, a bass with a bow The drummer relaxes and waits between shows For his cinnamon girl.


4 commenti:

Libri Riccardino ha detto...

Detto in termini cinematografici sei una versione nostrana di "Karate-Kid", una "Karate-B.". Come ti direbbe il maestro Niagi: "Metti il cardigan, togli il cardigan..." :)

Bianca Rita Cataldi ha detto...

Ahahahah adoro karate kid xD

justsem ha detto...

Sono entrambe canzoni bellissime, le amo! Però non dirmi che è iniziato l'autunno, continuo a sostenere di essere nata d'estate, quindi l'autunno arriverà solo dal 20 in poi ;-P

http://justsem.wordpress.com/

Bianca Rita Cataldi ha detto...

hihihi e che estate sia! :P

Posta un commento